Diario di bordo (VI)

Strumenti per creare materiali interattivi

Annunci

Diario di bordo (III)

Infografiche

Copyright

Biblioteche digitali

[…]

Risorse

Diario di bordo (II)

Padlet: la bacheca virtuale

Padlet è un aggregatore di risorse digitali, una bacheca virtuale nella quale è possibile inserire contenuti digitali differenti (immagini, file, video, link, …), molto semplice da utilizzare (vedi guida introduttiva (I),  Esempio di utilizzo (I) ) e che consente di implementare una efficace didattica di tipo collaborativo.
Si tratta di una web application che non necessità di installazione, dopo essersi registrati è possibile impiegarla direttamente sui diversi dispositivi.
La bacheca virtuale consente di avere in un unico spazio tutti i grani di informazione che costituiscono la lezione che saranno poi rimontati dinamicamente e a seconda delle esigenze durante l’attività.
La possibilità di creare differenti gruppi di lavoro, di inserire contenuti (moderabili dal docente) da parte degli studenti è un aspetto molto interessante sfruttabile nella didattica collaborativa. Si immagini di mettere a disposizione degli allievi un certo repertorio di contenuti da utilizzare per un dato compito. Una volta creati i diversi gruppi di lavoro si possono attivare sessioni di brainstorming virtuale. Ogni gruppo può documentare il proprio lavoro creando un report dell’attività svolta da inserire in bacheca. Al termine delle attività il prodotto finale può essere consegnato. A questo punto il docente può svolgere un’attività valutativa trasparente collettiva in classe discutendo il prodotto finale e la relativa documentazione direttamente sulla bacheca.

Diario di bordo (I)

Pensare Digitale

Categorie come ambienti per la didattica digitale integrata, BYOD, coding, social learning, social reading indicano la precisa volontà, che nasce da una esigenza impellente e non da un fenomeno di costume, di portare a sistema il digitale. Occorre prendere atto della trasformazione antropologica (Paolo Ferri) che riguarda soprattutto le nuove generazioni (i nativi digitali) e che ha portato alla nascita dell’intelligenza digitale. Tuttavia nessuno è immune dagli effetti di tale trasformazione, in questo caso abitiamo il territorio digitale da immigrati. Non prendere atto di questo e insistere in altre direzioni non è solo inutile ma anche deleterio.
Intervento di Daniele Barca convegno #17 Pensare Digitale… tutti! – Opificio Golinelli 24 novembre 2015 Servizio Marconi TSI – USR Emilia-Romagna